martedì 26 maggio 2015

la legge sui cookie è una cagata pazzesca


Spesso viene da chiedersi dove vivano i legislatori italiani, tanta è la distanza dai problemi reali del paese! Sui cookie è stato partorito un abominio degno di un folle!
Praticamente tutti i siti web sono costretti a mettere l’avviso, facendo perdere completamente di significato la norma!
I siti stranieri non metteranno nulla, e l’autorità Italiana non potrà far nulla per imporlo! Non potrà oscurare i siti stranieri in virtù di accordi e trattati internazionali sottoscritti, e quindi la stragrande maggioranza dei siti accessibili dai navigatori italiani potrà fare a meno dei banner di allert.
E le multe? Sproporzionate all’inverosimile! Da 6.500 a 120.000 euro!!!
Un sito amatoriale che usa shynistat per registrare gli accessi rischia una multa folle! E, parliamoci chiaro, non profila nulla!
In sintesi: la legge sui cookie è un modo fantasioso per darsi martellate sui coglioni.

Stefano Torre

Ecco una buona analisi e sintesi di quello che dal 2 di giugno coinvolgerà internauti e professionisti del settore. Sembra che il governo Italiano non perda mai occasione per dimostrarsi un' entita' idiota, utile solo a far perder soldi e tempo alle aziende in c....te pazzesche. Ma che vi abbiamo fatto di male ? Se odiate cosi' tanto le aziende dall'umiliarle nel far fare a loro stupidaggini come questa, non si farebbe prima ad emanare una legge in cui si ricostituiscono i soviet e si aboliscono del tutto le attività private ?
Francesco Merenda

Chi non lavora in internet, si sveglierà il 2 giugno pieno di avvisi su cui premere OK senza capirne il significato.
Chi ci lavora, sta sprecando giornate a mettere quegli avvisi dappertutto.
Roberto Pasini

Attendo anche la vostra opinione!