lunedì 20 marzo 2017

Torre sindaco di Bettola e gli altri a denti stretti si ADEGUANO!

#TorreSindaco è sfottere la politica in modo talmente intelligente da costringerla ad adeguarsi. Però vedere come i politici tengano i denti stretti nel salutarmi e vedere come qualcuno pur sorridendo mi tratti da appestato, fa bene al cuore!



Del resto se non ci fosse ovunque un mare di meschinità non avrebbe senso la mia campagna con tutte le roboanti promesse che faccio.

La differenza tra me e gli altri è che io le promesse le manterrò tutte, perché, a differenza degli altri, io sono sincero nel promettere l’impossibile come chiave surreale per interpretare la realtà.
Che lo si condivida o no, che lo si capisca o meno, il surreale è l’unica strada possibile per restituire dignità alla politica!

Ed i politici che si apprestano a scendere nell’agone ricordino che è finito il tempo delle menzogne, la gente ha un sesto senso per riconoscere la sincerità, e lo usa!

Solo la sincerità potrà produrre consensi, magari non a se stessi ma alla politica, perché il popolo, membro del quale io sono, non è incazzato ma si è rotto i coglioni!

Oggi vi va anche bene, cari colleghi candidati, ma domani il popolo tirerà fuori i randelli e saranno cazzi amari!

Dio benedica Bettola!

ulteriori informazioni sulla campagna di #torresindaco quì:

venerdì 17 marzo 2017

A Bettola non ci saranno i distributori automatici di caffè! Parola di SINDACO!

Sinceramente non li sopporto, non trovo mai le monetine giuste e il caffè che fanno non è mai buono!
Poi, parliamoci chiaro, tolgono posti di lavoro ben peggio dei marocchini e degli albanesi! E non prendono neanche lo stipendio, stì stronzi!

Quando Stefano Torre sarà Sindaco di Bettola prenderà i provvedimenti del caso!

Gli albanesi e i marocchini qualcosa almeno van pagati, ma questi cosi NO! Niente stipendio, niente contributi INPS e nemmeno GESCAL! sono veramente stronzi.

E se qualcuno mi accuserà di essere Razzista nei confronti delle Macchinette per fare il caffè, il cappuccino e il gin seng, risponderò: SI E’ VERO, sono razzista fino al Midollo … e farei campi di raccolta e di smantellamento!


Quasi quasi fondo un sindacato per rappresentare gli interessi delle macchine per fare il caffè!


Quindi Preannuncio che emanerò un editto per METTERE AL BANO LE MACCHINETTE PER IL CAFFE'!




un buon sindaco sa SEMPRE cosa fare.... anche quando è venerdì 17!


quando arriva il venerdì 17 è sempre opportuno cautelarsi.
Io non ci credo, ma nel dubbio ... qualche gesto scaramantico lo faccio, per me e per i miei concittadini!

Perchè un buon Sindaco sa sempre cosa FARE!

ed io sarò un Buon sindaco!!!

giovedì 16 marzo 2017

[Subbuteo] Old subbuteo e nuovi materiali

Le repliche dell’Old subbuteo hanno raggiunto livelli di perfezione eccellenti e quasi superano in bellezza e giocabilità le tradizionali squadre Heavy Weight.



Da un anno a questa parte ho riscoperto il mio vecchio subbuteo ed ho iniziato a guardarmi attorno per ampliare la collezione di squadre italiane.

In vendita, soprattutto su ebay, si trovano tantissime squadre originali anni ’70 ma i prezzi sono decisamente elevati, si parte infatti dai 35 euro in su per squadre spesso rovinate, mal bilanciate ed estremamente fragili.
Il materiale subbuteo originale partiva già con una fragilità intrinseca elevata, che dopo 40 anni è decisamente peggiorata.

Ho provato a comprare qualche squadra nuova, ben fatta, ben colorata, con omini indistruttibili e pieghevoli ma con basi estremamente piatte, troppo piatte.

La miniatura del new subbuteo è un poco più grande di quelle tradizionali e le basi sono parecchio piò grandi e pesanti, talmente piatte da impedire il gioco a girello.

Quindi il new subbuteo è da scartare, almeno dal mio punto di vista.

Ho scoperto che esistono le repliche: alcune aziende, una di queste italiana, si sono messe a produrre repliche più o meno fedeli dell’old subbuteo, con materiali nuovi, ovvero con una plastica resistentissima.

La Top Spin è una l’italiana che produce le repliche dell’Old Subbuteo, con risultati decisamente realistici.
Tra l’altro gli omini vengono inseriti sulla base senza colla, il che consente di poter cambiate la base.

La base standard della top spin HW è leggermente più leggera di quella tradizionale ma consente un gioco del tutto simile a quello dell’old subbuteo.
In alternativa la top spin propone parecchie basi, tra le quali quella migliore è la Dynamo Dux, leggermente più larga e più piatta di quella originale subbuteo, e che consente comunque di giocare i girelli purché non stretti.

Sul sito della top spin sono in vendita anche i kit di squadre da colorare! (il mio sogno proibito di quando ero ragazzino)



Stefano Torre Sindaco di Bettola a Radio Shock

Questa mattina ho passato un paio d’ore piacevolissime a Radio shock, con la redazione che ha tentato di mettermi in difficoltà sommergendomi di domande.

Spero e Credo di essermi disimpegnato abbastanza bene, anche se talvolta in modo non troppo credibile, ma del resto un candidato sindaco incredibile come me poteva permetterselo.

Mi han fatto domande toste anche nel fuori onda, per esempio:
RS: quanti anni ha?
IO: ventidue compiuti il mese scorso!
RS: Cosa pensa di fare per le persone diversamente abili?
IO: Abolire il corpo dei vigili urbani!

Ed in un clima simile è passata del tutto inosservata la verità della mia dichiarazione: Anni fa mi è capitato di Rubare il quadro RITRATTO DI SIGNORA di Gustav Klimt dalla Galleria Ricci Oddi.

E dire che era l’unica veritiera!


venerdì 7 ottobre 2016

La Papera di Buffon con la spagna

Che la papera di Buffon contro la Spagna sottenda una combine?
un dubbio che è venuto a tanti, e che il giorno dopo l'annuncio della sponsorizzazione della INTRALOT suona abbastanza allarmante.
Ma Gigi Buffon non è un Ludopatico? va bè dai continuiamo a credere che sia tutto pulito.


mercoledì 21 settembre 2016

[marketing Politico] Costruire Popolarità e Fiducia sui Social Network

Qualche dritta ai nostri politici che vorrebbero conquistare consenso su Facebook.

Ho pubblicato sul sito di infonet un articolo con una serie di suggerimenti a chi desidera costruire consenso elettorale usando Facebook ed i social network.

L'errore più comune fatto dai politici è il pensare ai social in modo egocentrico ed a senso unico, mentre per essere popolari non basta pubblicare: bisogna soprattutto interagire.

La popolarità su facebook la si conquista poco alla volta, ma facebook non è una bacheca a senso unico, è un luogo, esattamente come lo è una piazza o una via nella quale si fa lo struscio.

ecco il link all'articolo:



giovedì 23 giugno 2016

[Subbuteo] Paul Lloyd, il gigante di Sheffild!

Su ebay la Top spin impazza e sono tantissime le proposte di squadre colorate a mano realizzate su base Top spin.

È proprio su ebay che ho scoperto un tal Paul Lloyd di Sheffield in Gran Bretagna. Costui produce e vende su ebay dei veri e propri gioielli dipinti a mano su base Top Spin a prezzi decisamente più abbordabili di quelli delle squadre originali (tra i 16 ed i 18 euro).
Il bello di Paul Lloyd è che, se gli mandi una richieste dettagliata, ti prepara la squadra che tu vuoi su misura!
Il negozio ebay di Paul Lloyd è: lloydie1109

E per i progetti custom è possibile contattarlo via email all’indirizzo: pdl0911@hotmail.co.uk.

Da lui ho comperato già parecchie squadre, molte delle quali disegnate su misura. La mia wish list è decisamente più lunga e si arricchisce via via (recentemente ho aggiunto anche la Novese campione d’Italia nel 1922).

Ho finalmente nella mia collezione squadre che ho sempre desiderato: mi sono divertito a montare le foto delle squadre di subbuteo su una base simile a quella delle tradizionali figurine panini ... e vi propongo il risultato.

la Pro Patria in Primis squadra di Busto Arsizio, protagonista di numerosi campionati di serie A negli anni ’50 ed i cui coliri mi piacciono moltissimo e che ho sempre desiderato avere nella mia collezione,


la Roma in versione speciale 1979/80… indelebilmente impressa nella mia memoria di adolescente, 


La Lazio con la maglia del 1982/83 con l’aquila che campeggia grandiosa in un gioco cromatico bianco azzurro e blu, Quell’anno era in serie B ma aveva giocatori importanti come Bruno Giordano e venne promossa in serie A.


il Cagliari del 1970, quello che vinse lo scudetto e nel quale giocavano Riva, Albertosi, Cera, Domenghini e Martiradonna!


La Ternana del 1974, quella con i calzoncini neri, quella nella quale giocava Rino Gritti e che era la mia preferita sull’album panini.


il Lecce, nella sua apoteosi cromatica di giallo rosso e blu.


La Cremonese, protagonista del derby da me più amato (dio maledica la mostarda) 


il Foggia di Del Neri.


e per finire, la Pro Vercelli che è una delle squadre più titolate d’Italia, anche se i suoi scudetti risalgono a tempi antichi.


Credo proprio che la mia collezione si arricchirà ancora ... .... in ogni caso grazie Paul!

Wikipedia a Esino Lario

Il raduno Mondiale dei Wiki quest'anno è ad Esino Lario, un paesino sul Lago di Como che ha vinto la concorrenza di altri luoghi molto più importanti.

Ha proposto una sorta di social network analogico: un albergo diffuso che ha coinvolto tutta la cottadinanza ...

Vi rimando al post su Facebook che abbiamo pubblicato con le nostre considerazioni ...

Subbuteo calcetto con astroturf 77

Per l’estate mi sono regalato un campo di subbuteo di dimensioni ridotte: si tratta dell’astroturf 77, prodotto da astrobase ed adatto per giocare in 7 contro 7 (portiere compreso).

mio figlio Enrico che si appresta a fare un tiro in porta giocando con l'astroturf 77
Il campo ha dimensioni 59 x 83 centimetri ed io lo ho piazzato su un’asse di 70 x 100 cm.
Mi è arrivato arrotolato in un rubo di cartone, come si conviene ad un astropich che dio comandi, un minimo rovinato, ma complessivamente in buone condizioni.

Con il campo ho ordinato anche un paio di porte mini 4 stars in metallo e, ovviamente, le palline FF di dimensioni ridotte!


Il montaggio delle transenne laterali in legno e del campo ha coinvolto tutta la famiglia, i miei figli Marci ed Enry, mio nipote Chicco e persino lo zio Luca che, da buon dentista, ha fornito il trapano.



Il risultato è stato un gioiellino sul quale è un piacere giocare. Gli omini scorrono veloci e, date le ridotte dimensioni del terreno di gioco, si arriva al tiro con frequenza decisamente maggiore rispetto a quella di un campo regolamentare.

Le dimensioni ridotte delle porte rendono comunque più difficile far goal con il risultato di produrre risultati finali praticamente identici a quelli su campi più grandi.

partita a calcetto di subbuteo
La Partita tra Cagliari e Ternana sull'astroturf77

La giocabilità del subbuteo su un simile campetto è del tutto simile a quella del campo regolamentare anche se le dimensioni ridotte impediscono le giocate lunghe ed amplificano la necessità di tocchi brevi.

Il link al sito di astrobase, dove potete trovare l’astroturf 77: http://www.astrobase.it